Progetto MANI, bilancio positivo della 1°edizione

Bilancio positivo per la prima edizione del progetto, dopo un intenso lavoro di 18 mesi

Quindici progetti concreti di sviluppo imprenditoriale, 260 giovani (tra i 14 e i 35 anni) iscritti sul sito, 450 presenze alle diverse iniziative, 120 studenti provenienti da 6 istituti scolastici di istruzione superiore coinvolti nelle attività. Sono questi i numeri più significativi, dopo 18 mesi di lavoro, del progetto Mani (Mestieri Artigianali per Nuovi Imprenditori), promosso da Confartigianato Udine e sostenuto dalla Regione Fvg con l’obiettivo di avvicinare i giovani ai mestieri artigianali tradizionali.
Un’attività più che positiva e fruttuosa che è stata analizzata il 18 marzo nel  salone del Museo Etnografico di Udine nel corso di un affollato convegno intitolato “Mani verso il futuro”.
“Il progetto MANI  – ha detto l’assessore regionale al lavoro, formazione e istruzione Loredana Panariti – va nella direzione giusta. L’amministrazione regionale ha intenzione di sostenere in futuro progetti come questo per dare altre opportunità ai giovani del Friuli Venezia Giulia”.
Al convegno sono intervenuti, oltre all’assessore Panariti, la presidente del Movimento Giovani Imprenditori di Confartigianato Udine Elisabetta Parise, il direttore di Confartigianato Udine Gian Luca Gortani, il direttore dell’Irtef di Udine (partner del progetto Mani) Sergio Simeoni e il coordinatore del progetto World Skills, le Olimpiadi dell’Artiganato, per l’Associazione Provinciale dell’Artigianato di Bolzano, Mirko Cutrì.
Anche il consigliere regionale Franco Codega è intervenuto dicendo: “Ben vengano iniziative come questa. L’Europa ci chiede una grande attenzione all’alternanza scuola-lavoro”.
Ad arricchire ulteriormente il programma della mattinata, la testimonianza diretta di Alessandra Martin e Angela Urbani, due giovani startupper che, anche grazie al progetto MANI, hanno sviluppato la propria idea imprenditoriale.
Il progetto MANI ha coinvolto gli Istituti: Marchetti di Gemona, Solari di Tolmezzo, Deganutti, Percoto, Stringhe e Uccellis di Udine.
Sono stati organizzati 6 incontri formativi e testimonianze di giovani imprenditori artigiani friulani all’Istituto Marchesini di Sacile (in due classi 5^ rispettivamente dell’indirizzo commerciale e turistico).
Ben 48 i progetti personalizzati degli studenti delle scuole superiori finalizzati a dei brevi tirocini in aziende artigiane del territorio.
15 invece i progetti imprenditoriali che poi si sono concretizzati in 8 business plan sviluppati attraverso attività formative (workshop, summer camp, autumn camp sull’autoimprenditorialità, sul webmarketing, e-commerce, gestione economica dell’impresa, crowdfunding, ecc.).
Per far conoscere ai giovani le attività formative realizzate nell’ambito del progetto e le novità ed opportunità previste per la seconda edizione,  dal 12 al 15 marzo è stato anche allestito uno stand alla Fiera Young 2014, all’interno del quale venivano proiettati alcuni video di artigiani che raccontano la loro esperienza e la passione per il loro mestiere.

Lascia una risposta